rss       facebook       twitter       tumblr       youtube       vimeo       vimeo

FNG RADYO! Show – Podcast .04 (Meet in Town Special Issue)

Quarto appuntamento per FNG RADYO!, la nostra rubrica musicale: un podcast mensile dedicato alle meglio uscite discografiche, ricercate e selezionate per noi da Mr. Turbojazz. Questa volta, speciale MIT.

FNG RADYO! porta in città i suoni più freschi in circolazione, selezionando ogni mese le migliori uscite discografiche dal mondo. Una panoramica sonora che spazierà tra i generi che più identificano la nostra scena musicale contemporanea: Hip Hop, Funk, Dub, Jazz, Soul, House and so on.. ENJOY!

Podcast .04

RADYO questa volta si dedica completamente a uno dei festival piu autorevoli e lungimiranti del panorama nazionale, Meet In Town, che si svolgerà il prossimo 8 e 9 Giugno nel fantastico Parco della Musica di Roma disegnato da Renzo Piano. Uno spazio che può essere definito il ministero della musica in quanto alla sua profonda appartenenza istituzionale. Per darvi un assaggio dell’esperienza musicale che potrete vivere durante questi giorni, il mix di questo mese vi offre un’ overview degli artisti che si esibiranno all’ Auditorium raccogliendo una traccia per artista (in qualche caso anche due..) giusto per farvene un’idea.

-

Si parte con il canadese Com Truise, anche lui figlio del gioco di parole che incalza gli alias names di sti tempi, che non rinuncia a riportare in luce le sonorità piu spigolose dell’epoca anni 80 sotto forma di beat. In contrapposizione troviamo cosmico Lindstrom che, in maniera informale, incontra la voce di Christabelle, una cantante ingaggiata grazie a qualche promo mandato dal fratello che per scherzo decise di registrare la sorella che cazzeggiava sui brani del norvegese paladino della disco nord europea. Dopo i poeti maledetti arriva il poeta fantasma di Ghostpoet che fa della spoken words music un ottima riscoperta in chiave moderna, ovviamente sgamato al volo dal guru Gilles Peterson che non c’ha pensato due volte a stamparlo sulla sua etichetta Brownswood Recordings. Fosse mai che ci fosse veramente qualche forma di vita su Marte stai a vedere che ci troveremo proprio dei topi?! sicuramente se parliamo dei Mouse on Mars non si può pensare ad altro che a dei topi da studio che passano tutto il giorno a cablare i loro synths per ottenere il suono piu malato della terra in questo caso.

Sarei curioso di chiedere a SpinOFF, ultimo produttore ritrovato in terra italiana dal sapiente Andrea MI di MIxology, quali sono le origini del suo pseudonimo dato che i suoi beat sembrano tutt’altro che inspirati da Jah. Sarà colpa della fuga di cervelli che ci trasporta tutti alle calde atmosfere “losangeline” ma come ci riesce l’ambasciatore del Boogie Funk made in LA: Dam-Funk non ci sono rivali, immaginate poi con la sua nuova formazione… mettetevi le cinture. Segue Herva musicista e produttore residente a Firenze e nuovo talento di casa Bosconi che ci propone le sue profonde ed eleganti atmosfere “sidechainate” a dovere per farci piacere ancora di piu le sue croccanti produzioni.
A questo punto come la mettiamo con Theo Parrish?! ogni cosa che tocca si trasforma in oro, ed ora mai non si capisce piu se per davvero o per colpa della sua nomea, fatto sta che se finalmente volete avere metodo di valutazione sui djs dovete andarvelo a sentire.
Rimanendo in ambito Techno con la T maiuscola parliamo di questo trio di talentuosi musicisti di conservatorio che hanno dato il via ad un ensemble di puliti ragazzi affascinati dalla cassa dritta dal nome The Brandt Brauer Frick Ensemble. il loro live sarà mozzafiato!

-

Headliner del Festival è il re della cultura Hip Hop Afrika Bambaataa, ambasciatore della Zulu Nation e di tutto quello che di piu vero sta nelle radici del movimento doppia H.
James Blake è sempre un piacere sentirlo e seguirlo e il suo suono si inzupperà piacevolmente con le magiche aree dell’ Auditorium, speriando che ogni tanto spezzi le sue ipnotiche atmosfere con un po di cassa dritta che piace tanto a noi italiani.
Flying Lotus lo conoscete tutti e forse tanti non si rendono conto che dietro a grandi produzioni ci sono grandi musicisti coinvolti, ecco Thundercat è uno di quelli e se ascoltate il suo album “The Age of the Apocalypse” uscito su Brainfeeder qualche tempo fa capirete quanto c’ ha messo del suo. Bè é arrivata l’ora di “dare a Cesare quel che è di Cesare” e di chiudere gli occhi per concentrare i sensi su le emozioni che questo musicista è in grado di regalare..

Rimanendo in ambito acustico per quanto possibile vi introduco un duo rivelazione della scena: Rocketnumbernine, che con batteria e tastiere riescono a non far mancare niente al loro psichedelico sound progressivo.
Ecco un’altro portento della scuderia Mixology: Dukwa, produttore fiorentino in continua evoluzione data la sua giovine età, chissa cosa ci porterà in live, sicuramente qualcosa di fresco e poco contaminato una volta ogni tanto!
Chiudiamo con i due piccoli chimici della batteria elettronica Machinedrum produttore con 10 anni di produzioni alle spalle ed il “glithoso” Squarepusher di casa Warp, che saranno i nomi piu sconvolgenti della rassegna. Non so cosa potervi anticipare, e direi che va bene così, almeni vi do un motivo in piu per partecipare al festival ! Ci vediamo la…